GIORNALISTI

Il dubbio l’avevo avuto anch’io e ora un commento mi sollecita a scriverne. Ma ci sono solo giornalisti in giro per i blog? AIUTO! Non ne abbiamo abbastanza di vivere praticamente more uxorio con i nostri colleghi che dialoghiamo tra noi in un perfetto circolo di autoreferenzialità anche su internet? No, vi prego, che noia. Siete mai stati a una … Continua a leggere

CIAO MICHIGAN

Lunedì è morto il mio gatto. Anzi, era una gatta: nera, bellissima, scorbutica e selvaggia. Si chiamava Sibilla, ma ormai da anni il suo nome era diventato Michigan. Mi somigliava molto. Eravamo simbiotiche. Era una gatta molto indipendente, non si è mai accoccolata sulle gambe di nessuno. Solo con me era affettuosissima e dolce. A mio figlio soffiava (perché lui … Continua a leggere

PERO’, COME PORTO IL CAPPELLO IO…

Ieri è stata una giornata infernale. È cominciata la mattina, quando il giornale mi ha mandato (praticamente costretto) a un megamatrimonio di presunti vip pieno di riccastri e rampolli di sangue blu confidando in un pezzo “di colore” scritto con un po’ di vetriolo. Ora, a parte che mi è venuto un attacco di cervicale tremendo, in quelle tre ore … Continua a leggere

DI NUOVO AL LAVORO, FINALMENTE

Rieccomi. Sono sopravvissuta alle ferie e finalmente sono tornata in pista. Malata, of course, ma non si può avere tutto. Avevo deciso di starmene a casa a godermi il focolare in tutta tranquillità e invece la cosa si è rivelata un incubo. Dunque: otto giorni da casalinga mi hanno steso. Lavare, stirare, rendere meraviglioso il terrazzo, curare il gatto, preparare … Continua a leggere

L’AMORE NEL POMERIGGIO

Ieri dal parrucchiere mi sono sciroppata un assurdo servizio pubblicato da Elle dedicato all’ultima tendenza dilagante (boh!) tra le donne: fare l’amore prima di colazione. Ora, a parte il fatto che l’articolo era chiaramente importato da Elle inglese o americano e quindi poco attendibile per noi, si leggevano testimonianze di questo tipo: “Fare sesso all’alba mi dà la carica per … Continua a leggere

TORMENTONE N. 1 CON METONIMIA

Torno volentieri sul mio tormentone preferito, le scarpe, oggi nella variante metonimica, i piedi. Lo spunto me lo dà la sempre arguta Guia Soncini in un articolo sull’ultimo “Io Donna” dedicato ai sandali e ai piedi delle cosiddette Vip. In sintesi: non c’è Manolo che tenga – sostiene la Guia – i piedi delle donne sono sempre brutti e sarebbe … Continua a leggere

COMMESSE

Strane ragazze, le commesse (“quelle che vivono a mezze giornate”, come dice il mio concittadino Luca Carboni). Beh, io non so se facciano loro dei corsi propedeutici oppure nascano così o si evolvano frequentando le loro simili sul posto di lavoro. Però, conosco bene il genere antropologico, essendo (purtroppo) afflitta da sindrome da shopping compulsivo. Lo spunto per trattare questo … Continua a leggere